<b>23.05.07 UN BREVE RIASSUNTO</b>

<img src=
/>

<p>Nella sezione video sono state aggiornate delle clip riassuntive degli interventi dei 4 relatori, in una versione estesa e una ridotta.
E', inoltre, stato aggiunto un breve filmato sull'esposizione dei lavori, risultato di tre intensi giorni di workshop.</p>

<a href>Visiona i video nella sezione Media...</a>
<br>

<b>31.03.07 FINALMENTE SABATO!</b>

<img src=
/>

<p>Oggi gli allievi di Isia e Accademia hanno presentato i lavori svolti durante i workshop. Tutti hanno lavorato al meglio realizzando il proprio lavoro e relazionandosi con nuove tecnologie. Esperienza veramente esaltante sia dal piano umano che da quello progettuale. Ringraziamo ancora i professionisti che ci hanno affiancati lungo questo breve ma intenso percorso!
In settimana, sempre su questo sito, potrete vedere i lavori e gli elaborati prodotti durante i workshop.</p>

<br>

<b>30.03.07 COSA ABBIAMO SENTITO?</b>

<img src=
/>

<p>E con oggi si conclude la fase operativa dei workshop di Guardalontano/3. La stanchezza è davvero tanta, ma difficilmente ci dimenticheremo delle emozioni provate in questi giorni.
Continueremo ad interrogarci sul "sentire"? Cosa ha lasciato in noi questa esperienza? Domani guarderemo il nostro "fare" in maniera diversa?</p>

<br>

<b>30.03.07 TEMPO DI ESPERIENZE </b>

<img src=
/>

<p>Giro di boa per Guardalontano / 3. Dopo i due giorni di conferenze, comincia la fase dei workshop, tenuti all'Isia da Metalli Lindberg (grafica), Otolab (multimedia), Alberta Pellacani (video), Marco Signorini (foto).
Dal 28 al 31 marzo, gli studenti saranno impegnati a tempo pieno nei laboratori tenuti dagli ospiti che si occuperanno del Sentire.
Dopo la presentazione del loro lavoro, i professionisti invitati guideranno i ragazzi nella progettazione, abbracciando diverse discipline.</p>

<br>

<b>29.03.07 L'ALBA DI UN NUOVO GIORNO </b>

<img src=
/>

<p>Inizio ore 5 e 15 del mattino.
Appuntamento per vedere l'alba, in silenzio. Dopo aver creato questo spazio, gli studenti e gli insegnanti mantengono l'atmosfera creatasi, andando all'Isia. Lì è pronta una colazione biologica, preparata con cura e ritualità.
Dopo aver riempito lo stomaco e non solo, tutto è pronto per cominciare a lavorare nei laboratori con gli ospiti dei workshop: Otoloab, Marco Signorini, Alberta Pellacani e Stefano Dal Tin (Metalli Lindberg).</p>

<br>

<b>28.03.07 PRESENTATI I WORKSHOP </b>

<img src=
/>

<p>Ultimo appuntamento a Palazzo Albani. Presentati i workshop di GUARDA LONTANO /3. Online la sigla per i workshop e gli estratti delle conferenze.</p>

<a href>Visiona i video nella sezione Media...</a>

<br>

<b>27.03.07 OSSERVARE IL BUIO DENTRO DI NOI</b>

<img src=
/>

<p>Tavola rotonda molto interessante quella di oggi.
I relatori hanno fatto luce sui temi trattati durante il corso della mattinata.
Enzo Mari si è schierato animatamente contro tutto ciò che lega un progettista al suo computer, dando il suo totale dissenso all'influenza del mezzo tecnologico che ha contagiato il modo in cui sentiamo il progetto.
Bertossa ha contribuito regalando ai presenti un altro esperimento per comprendere il contenuto del "buco", protagonista indiscusso di queste conferenze.
Ha fatto chiudere gli occhi e ha chiesto da dove proveniva il buio secondo ognuno: qualcuno lo percepiva davanti, altri da dentro...
Per saperne di più, a breve, potrete vedere on line i video di tutti gli incontri affrontati in questi due giorni.</p>

<br>

<b>27.03.07 UN PROGETTISTA DELLA PAROLA OGGETTO </b>

<img src=
/>

<p>Mari è un combattente. Un soldato pronto in prima linea a lottare e difendere la sua libertà di parola. Personaggio carismatico e imprevedibile, oggi ha esposto il suo concetto di "qualità" scagliandosi contro ai progettisti che in modo sterile si siedono davanti ad un computer senza inventare nulla di nuovo e di utile.
Per lui la creatività nasce sia da ciò che serve che da ciò che non serve e in ogni caso, il nostro scopo è la comunicazione.</p>

<a href>Visiona gli estratti foto e video nella sezione Media...</a>
<br>

<b>27.03.07 É </b>

<img src=
/>

<p>La seconda ed ultima giornata di conferenze si è aperta con un'inaspettata sorpresa per alcuni studenti dell'Accademia e dell'Isia. Insieme ai due relatori, Franco Bertossa e Enzo Mari, gli allievi sono stati guidati in un'articolata discussione attorno al Sentire la propria esistenza. Attraverso l'analisi del "Cestino in attesa" disegnato da Mari, che a sua volta, si è immedesimato studente per aiutarci nella riflessione.</p>

<p>Bertossa è un filosofo e amante della cultura orientale. Nel percorso che ha introdotto oggi, ha messo in luce la difficoltà che incontriamo nel cogliere gli aspetti più banali e ovvi delle cose e dei pensieri che ci circondano. Questo in contrapposizione con un concetto forte come può essere l'idea del nulla, al quale troppo poco spesso ci relazioniamo e ci confrontiamo, dando per scontate troppe cose. </p>

<a href>Visiona gli estratti foto e video nella sezione Media...</a>
<br>

<b>26.03.07 TAVOLA ROTONDA </b>

<img src=
/>

<p>Nel pomeriggio abbiamo preso parte ad un'impegnativa tavola rotonda.
I relatori si sono messi a nostra disposizione per cercare di chiarire i concetti affrontati nel corso della mattinata. Forse l'intero dibattito ha preso un indirizzo molto specifico per essere compreso a pieno da tutti i partecipanti. La giornata si è conclusa con la visione di "Four american composers" di Peter Greenaway.</p>

<br>

<b>26.03.07 UNA PASSIONE NATA NEI GIARDINI </b>

<img src=
/>

<p>Di particolare rilievo l'intervento di Walter Branchi, musicista e amante di giardini e rose, ha espresso un particolare interesse per il concetto della complessità.
Ci ha raccontato come si può lavorare per trent'anni ad un unico progetto, componendo nuove parti e sezioni e come il suono sia un punto fondamentale di conoscenza poichè in esso quantità e qualità si identificano. </p>

<a href>Visiona gli estratti foto e video nella sezione Media...</a>
<br>

<b>26.03.07 LO SMARRIMENTO DEL SENTIRE</b>

<img src=
/>

<p>Si è conclusa da poche ore la prima giornata di conferenze che ha visto come protagonisti Mauro Vespa e Walter Branchi. Anche se lo spessore dei temi trattati ha stupito e spiazzato molti di noi, questo primo incontro ha sicuramente messo in discussione l'idea che ci eravamo fatti sul tema "del Sentire".</p>

<p>Il percorso filosofico affrontato da Mauro Vespa ha avuto come soggetto lo smarrimento del Sentire e la preoccupazione che il mondo si riempia di progettisti ormai insensibili ad ascoltare e guardare il lavoro svolto da altri. Questo accade per via dell'estetizzazione del mondo, dovuta in gran parte ai media, e dell'inestetico che diventa parte integrante dell'estetico. Il progetto e la realizzazione ormai coincidono.</p>

<a href>Visiona gli estratti foto e video nella sezione Media...</a>
<br>

<b>23.03.07 GETTARSI OLTRE - Progetti come ritratti consapevoli</b>

<img src=
/>

<p>Inaugura il 26 marzo alle ore 13,30 la mostra organizzata dagli studenti del terzo anno dell'Isia "Gettarsi Oltre. Progetti come ritratti consapevoli". Questa mostra è il risultato di un percorso di ricerca interiore svolto dagli alunni nel corso dell'anno passato.
Un appuntamento da non perdere per rendere "completa" questa esperienza del Sentire ed entrare al meglio nel progetto tra arte, tecnica e filosofia!
La mostra rimarrà aperta fino al 30 marzo.</p>

<a href>Ulteriori informazioni nella sezione GUARDA LONTANO...</a>
<br>

<b>19.03.07 GUARDA LONTANO ONLINE </b>

<img src=
/>

<p>GUARDALONTANO/3 è alle porte... Ultimi preparativi, ultimi ritocchi e poi via.
Inizia quindi la fase più complessa di tutto questo lungo periodo di lavoro, che ha messo alla prova le nostre energie e le nostre menti e allo stesso tempo ha dato la possibilità a due Istituti di confrontarsi e vivere insieme la tensione e l'impegno di gestire un evento importante.
Ora è tempo di abbassare il volume, liberare la mente dal caos del lavoro e delle scadenze e prepararsi a Sentire.</p>

<br>



</body>